La Camera Europea

Giesse è lo specialista della Camera Europea, un concetto che ha rivoluzionato il mondo del serramento in alluminio ed è tuttora la soluzione più apprezzata dai serramentisti.

La storia della Camera Europea

Fino agli anni ’70 le finestre in alluminio venivano lavorate come le finestre in legno: la fresatura sui profili era la norma, si usavano doppie guarnizioni di battuta, accessori molto semplici e mancava una chiusura perimetrale. Tra gli anni ’70 e ’80 la ricerca di migliori prestazioni e semplificazione delle lavorazioni, unita al miglioramento delle tecnologie usate per accessori e guarnizioni, ha spinto i produttori verso la normalizzazione dei profili. La Camera Europea è il risultato naturale di questa evoluzione.

Cos’è la Camera Europea?

Per Camera Europea si intende un sistema di profilo anta e profilo telaio, ciascuno dotato di una specifica conformazione che consente l’applicazione di accessori a contrasto.

La Camera Europea è definita come la somma delle dimensioni che sono comunemente accettate e riconosciute come uno standard nel settore dei serramenti in alluminio. I vantaggi della Camera Europea includono:

  • Riduzione dei tempi di installazione degli accessori
  • Riduzione delle lavorazioni e dei relativi costi
  • Aumento delle performance di resistenza aria-acqua-vento
Dimensioni Camera Europea

Perché la Camera Europea conviene?

La Camera Europea è oggi il più diffuso ed evoluto sistema di profilo anta e profilo telaio con l’applicazione di accessori a contrasto.
La Camera Europea è stata scelta dai principali attori internazionali nel mondo del serramento come standard di riferimento per ottenere le più elevate performance. Oggi i principali sforzi di innovazione vengono fatti su soluzioni che adottano la Camera Europea.

La Camera Europea offre una serie di vantaggi applicativi che facilitano il lavoro del serramentista.

  • Non è più necessario eseguire fresature/lavorazioni di adattamento sul profilo della finestra. I tempi di lavorazione sono estremamente ridotti.
    La standardizzazione delle lavorazioni tramite macchine punzonatrici evitano le lavorazioni di fresatura, ad esempio per il fissaggio facile, rapido e sicuro della cremonese sul profilo.
  • La guarnizione a giunto aperto sostituisce la doppia guarnizione di battuta, garantendo una migliore chiusura perimetrale e quindi una maggiore performance di tenuta acqua-aria-vento.

    La forza esercitata dalla differenza di pressione tra interno ed esterno della camera fornisce un perfetto contatto della guarnizione centrale, migliorando la tenuta e consentendo il drenaggio continuo grazie ai fori di drenaggio.

    Abbinata alla guarnizione di battuta interna, la guarnizione a giunto aperto offre anche un elevato isolamento acustico.
Guarnizioni a giunto aperto
  • La presenza della canaletta dedicata al montaggio degli elementi necessari alla realizzazione dei diversi tipi di apertura consente l’inserimento dell’astina di collegamento.

    L’astina in poliammide ottimizza la produzione, connette tutti i componenti senza dover eseguire lavorazioni difficoltose e permette di trasferire il movimento della cremonese ai punti di chiusura. Gli accessori possono essere pre-assemblati ed installabili senza lavorazioni speciali.

    È anche possibile inserire dei punti di chiusura su tutto il perimetro del serramento.